COMPITI SPECIFICI

Analisi del fabbisogno abitativo e controllo sugli enti attuatori e sui beneficiari

Migliorare la conoscenza, la raccolta e la diffusione dei dati sul fabbisogno abitativo e sui beneficiari:

  • conoscere il disagio abitativo attraverso il progetto PUSH - Puglia Social Housing;
  • monitorare i bandi comunali per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica;
  • potenziare l’attività di controllo sugli enti attuatori;
  • monitorare l’utilizzo dei contributi pubblici da parte di Comuni, ARCA, cooperative, imprese e privati.

Riduzione del disagio abitativo e promozione della qualità dell’abitare

  • operare a supporto della Regione e degli Enti locali per interventi di costruzione, recupero e manutenzione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata;
  • promuovere modalità progettuali ecosostenibili e compatibili con le norme regionali;
  • collaborare con la Regione per l’attuazione di interventi strategici ed innovativi per la rigenerazione dei quartieri degradati di Taranto;
  • collaborare per l’attuazione del programma di efficientamento energetico e riqualificazione dell’ edilizia residenziale pubblica a cura delle ARCA;
  • collaborare nella sperimentazione di interventi pilota di autocostruzione e soluzioni residenziali per migranti;
  • collaborare con gli Enti locali per la realizzazione di servizi comuni e aree verdi per la riqualificazione di insediamenti di edilizia popolare;
  • favorire progettualità che favoriscano l’inclusione sociale e forme sperimentali ed innovative per affrontare il disagio abitativo.

Recupero e adeguamento Istituti scolastici

  • collaborare per interventi di recupero e riqualificazione del patrimonio immobiliare scolastico, a sostegno della programmazione regionale e degli enti locali, con particolare riferimento agli interventi di adeguamento antisismico e antincendio, all’eliminazione delle barriere architettoniche e all’efficientamento energetico;
  • collaborare nella sperimentazione di interventi di innovazione tecnologica e didattica.


Sviluppo modalità innovative per la raccolta delle acque pluviali ed il loro riciclo per scopi irrigui

Operare a supporto della Regione per la riduzione dei danni conseguenti agli allagamenti pluviali attraverso interventi di prevenzione e riassetto idrogeologico e di miglioramento dei sistemi di raccolta e riciclo delle acque meteoriche;

  • operare a tutela delle falde e delle acque sotterranee razionalizzandone l’utilizzo;
  • migliorare la funzionalità degli impianti di depurazione dei reflui fognari prevedendo anche impianti di affinamento per il riuso delle acqui a scopi irrigui ed industriali;
  • programmare modalità di prevenzione e tutela degli abitati da allagamenti e georischi implementando la permeabilità dei suoli e la forestazione a monte degli abitati;
  • prevedere la realizzazione di sistemi di raccolta delle acque pluviali nelle aree urbanizzate che ne consentano il riciclo, razionalizzando la rete fognaria ed i recapiti finali.