NEWS

Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese tracciato da Monte Fellone a Santa Maria di Leuca

Pubblicato sul BURP n. 55 del 19-4-2018 il bando di gara per l’affidamento dei servizi tecnici professionali di progettazione di Fattibilità Tecnico Economica, per i lavori di realizzazione della “Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese tracciato da Monte Fellone a Santa Maria di Leuca”.

Il bando è disponibile anche nella sezione Amministrazione Trasparente/Bandi di gara e contratti.


Studio, analisi ed elaborazione del modello di traffico regionale a partire da dati FCD (Floating Car Data)

L'ASSET ha avviato la procedura telematica per acquisire manifestazioni di interesse finalizzate all'affidamento, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i., di “Servizi di studio, analisi ed elaborazione del modello di traffico regionale a partire da dati FCD (floating car data)”. 

Possono partecipare alla procedura telematica gli operatori economici già iscritti su EmPULIA e coloro che si iscriveranno con le modalità descritte nella lettera di avviso. 

La scadenza per la presentazione delle domande telematiche è fissata alle ore 12:00 del 23/3/2018.


Mobilità sostenibile. Giunta vara Linee Guida per la redazione del Piani Urbani

La Giunta regionale, con DGR n. 193/2018, ha approvato le Linee Guida Regionali per la redazione dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (PUMS), concludendo un percorso avviato a febbraio 2017 dall'Assessorato ai Trasporti, su iniziativa della Sezione Infrastrutture per la Mobilità, con la firma di un Protocollo d'Intesa tra l'ente regionale e l'associazione Euromobility.

Riferimenti costanti nel processo di redazione delle Linee Guida sono stati le Linee Guida ELTIS ("Guidelines. Developing and Implementing a Sustainable Urban Mobility Plan" approvate nel 2014 dalla Direzione Generale per la Mobilità e i Trasporti della Commissione Europea) e le Linee Guida Nazionali per la redazione dei PUMS approvate con il Decreto del MIT del 4 agosto 2017.

La Regione Puglia, unica nel contesto nazionale, ha inteso predisporre delle Linee Guida regionali che, pur ponendosi in continuità con il documento nazionale, ne introducessero approfondimenti, dati conoscitivi e valutazioni afferenti le specificità del contesto pugliese.

Nello specifico le Linee Guida regionali:

  • forniscono un quadro di riferimento programmatico e normativo relativo al territorio regionale pugliese;
  • propongono ulteriori Strategie e Azioni definite sulla base di alcune tematiche relative alla mobilità, emerse in fase di redazione (turismo, aree interne e piccoli centri, ecc);
  • dettagliano il processo di redazione di un PUMS, individuando le fasi principali e le relative specifiche attività necessarie per affrontare il processo di pianificazione e partecipazione;
  • esplicitano i contenuti del Piano, precisando l'iter procedurale ai fini dell'approvazione del Piano in coerenza con la normativa regionale di riferimento;
  • forniscono esempi di buone prassi (Tabella B – Strategie e buone pratiche) e strumenti (Tabella C – Strumenti) per supportare le Amministrazioni e i professionisti esperti nello sviluppo e nell'attuazione di un PUMS;
  • delineano un quadro generale dei principali programmi di finanziamento europei e nazionali sulla mobilità sostenibile.
     

Le Linee Guida regionali sono destinate in prima istanza alle Amministrazioni Locali pugliesi che intendano impegnarsi nello sviluppo di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), ma anche ai professionisti esperti in pianificazione e gestione della mobilità che forniscono il loro supporto alle amministrazioni locali.


Accordo Quadro di Collaborazione Istituzionale tra Regione Puglia e ASSET e Politecnico di Bari

Domani, 20 febbraio alle 9,30, presso la sala conferenze del Rettorato del Politecnico di Bari - via Amendola 126/b – Bari, in occasione del Focus Group Strategico sul Piano regionale delle merci e della logistica, il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano siglerà formalmente con il Magnifico Rettore Eugenio Di Sciascio l’Accordo Quadro di Collaborazione Istituzionale tra Regione Puglia e ASSET e Politecnico di Bari approvato con D.G.R. 107 del 31/1/18.

Viene così avviata una collaborazione strategica con il Politecnico di Bari per sviluppare ricerca e progetti innovativi nel settore della pianificazione strategica, rigenerazione urbana, gestione del territorio, infrastrutture di trasporto ed altre opere pubbliche, prevenzione dei georischi, tutela ambientale e paesaggistica ed ogni altro tema riguardante lo sviluppo ecosostenibile del territorio.


Piano regionale delle merci e della logistica

FOCUS GROUP Strategico- 20 febbraio 2018 - ore 10,00
sala conferenze Rettorato del Politecnico di Bari - via Amendola 126/b - Bari

L'iniziativa si configura come incontro di partecipazione nell'ambito della redazione del PRML (Piano regionale per le Merci e la Logistica) in fase di elaborazione da parte dell'Asset (Agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio), in collaborazione con SRM (Studi e Ricerche per il Mezzogiorno).
Durante il Focus Group saranno presentati gli approfondimenti svolti in questa prima fase del lavoro svolto e riguardanti lo scenario economico del trasporto merci a livello nazionale ed internazionale e l'analisi dei principali fattori di competitività nel Mediterraneo e in Italia. Tra gli argomenti trattati dallo studio propedeutico vi sono anche le strategie per l'attrazione degli investimenti ed il ruolo delle ZES (zone economiche speciali) attraverso l'analisi di casi significativi.
L'obiettivo dell'incontro, attraverso la presentazione del quadro conoscitivo, è quello di stimolare riflessioni e far emergere proposte operative, da parte degli stakeholders e dei partecipanti, inerenti lo sviluppo ed il consolidamento dei settori dei trasporti e della logistica in Puglia.
In apertura dei lavori il Presidente della Regione ed il Rettore e del Politecnico di Bari, Disciascio, presenteranno l'accordo quadro di collaborazione tra Regione Puglia, Politecnico di Bari e ASSET sui temi riguardanti l'Assetto del Territorio, i Trasporti, la tutela dell'Ambiente, le Infrastrutture a rete e le Opere pubbliche.
A seguire il Vice Presidente ed Assessore alle infrastrutture, introdurrà i lavori di presentazione del focus sul Piano regionale delle Merci e della Logistica,mentre il Commissario Straordinario di ASSET illustrerà il processo di pianificazione. Compito del dirigente regionale per il Trasporto Pubblico, Enrico Campanile, illustrare governance e strategie della logistica in Puglia.
Il team di SRM guidato dal direttore Alessandro Panaro in collaborazione con il professore Federico Pirro presenteranno lo scenario internazionale ed il quadro conoscitivo con le analisi condotte per la Puglia circa gli scambi commerciali, il traffico merci, le modalità di trasporto, i servizi logistici, i collegamenti di ultimo miglio, le opportunità ed i fattori di competitività, possibili effetti di un riequilibrio modale del trasporto dalla strada al ferro. Saranno presentate anche le strategie e le caratteristiche richieste per l'istituzione delle ZES (zone economiche speciali) con i casi di studio di Tangeri in Marocco e di Suez in Egitto quali esperienze significative nel Mediterraneo.
Saranno programmati interventi dei rappresentanti Istituzionali e degli Operatori del Settore per formulare considerazioni sui temi esposti e le proposte operative per la formulazione del Piano regionale delle Merce e della Logistica. Tra questi i rappresentanti delle Autorità Portuali pugliesi, delle Ferrovie, di Aeroporto e Interporto, delle Camere di Commercio, Confindustria, Sindacati e rappresentanti di categoria.
Il Focus Group ha l'obiettivo di definire Proposte concrete ed operative per lo sviluppo del sistema dei trasporti e della logistica pugliese; la discussione sarà mirata a definire le azioni che la Regione può mettere in campo per la crescita di questi comparti.


Acquisizione di servizi di assistenza tecnica specialistica economico-aziendale e legale

Si comunica che nella sezione Amministrazione Trasparente è stato pubblicato il documento con cui, in data odierna, il Commissario Straordinario dell’ASSET ha dichiarato l’intervenuta efficacia dell’aggiudicazione dei servizi di assistenza tecnico-specialistica economico-aziendale e legale, mediante procedura telematica negoziata, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 50/20016 – CIG. 7095093FF3, a favore del costituendo RTI lem Reply srl – SZA Studio Legale.


All’Agenzia regionale per lo sviluppo sostenibile ( ASSET) il monitoraggio dell’impatto del Piano Regionale dei Trasporti sull’ ambiente

Commentano positivamente il presidente della Regione, Michele Emiliano, e l'assessore alla mobilità e vicepresidente, Antonio Nunziante, l'avvio delle attività di monitoraggio previste dal Piano regionale dei trasporti ( 2015-2019) per verificarne il positivo impatto sull'ambiente. Positivo, perché molteplici sono gli elementi posti in essere nel documento regionale, approvato nell'aprile 2016, per assicurare migliori condizioni ambientali: potenziamento del trasporto pubblico su ferro, miglioramento della ciclabilità, sviluppo dell'intermodalità e, più in generale, miglioramento della qualità dei servizi.

Le azioni di monitoraggio per verificare tali effetti sono espressamente previsti dal Rapporto Ambientale, parte integrante del Piano.

L'analisi ed il controllo di tali effetti possono, infatti, fornire utili indicazioni per migliorare il Piano regionale e definire eventuali correttivi o ulteriori misure che, attraverso una maggiore efficienza del trasporto pubblico regionale, contribuiscano a migliorare la qualità e la vita dei cittadini.

Sarà l'ASSET, l'Agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio, guardando a queste finalità, a dare attuazione al monitoraggio. In particolare si tratta di:

  • verificare gli indicatori di monitoraggio, definiti nel rapporto Ambientale approvato con il Piano dei Trasporti, con riferimento agli obiettivi di sostenibilità;
  • avviare una ricognizione delle fonti conoscitive esistenti e dei database informativi per effettuare i confronti con gli indicatori;
  • definire le modalità di raccolta dei dati, degli indicatori necessari alla valutazione, dei target di riferimento, dei soggetti responsabili e delle cause, delle misure correttive, delle risorse finanziarie necessarie;
  • individuare i soggetti che svolgano le varie attività di monitoraggio;
  • definire una programmazione spazio-temporale delle attività di monitoraggio con un cronoprogramma delle verifiche;
  • predisporre le attività necessarie a verificare l'ottemperanza alle prescrizioni riportate nel parere motivato della commissione regionale per la VAS (valutazione ambientale strategica) approvata nel 2016;
  • costruire una banca dati georeferenziata utilizzando il Sistema Informativo Territoriale regionale.

Il Presidente Emiliano evidenzia, in particolare, che "si potranno raccogliere i dati e popolare il sistema degli indicatori di contesto e di piano. Sarà così possibile verificare gli effetti ambientali determinati dall'attuazione del Piano regionale dei Trasporti con riferimento sia alle modifiche prodotte sull'ambiente (indicatori di contesto,) sia rispetto all'efficienza ed all'efficacia delle azioni previste sul piano dei servizi all'utenza.
"Verificheremo così, aggiunge il Presidente, il conseguimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale preventivati e allo stesso tempo individueremo tempestivamente eventuali effetti imprevisti e negativi.
Conseguentemente, sarà possibile proporre l'adozione di eventuali misure correttive effettuando la rimodulazione dei contenuti e delle azioni previste nel Piano Attuativo dei Trasporti 2015-2019 per costruire lo scenario di programmazione per il nuovo quinquennio."


aprile 2018

19-04-2018

Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese tracciato da Monte Fellone a Santa Maria di Leuca

Pubblicato sul BURP n. 55 del 19-4-2018 il bando di gara per l’affidamento dei servizi tecnici professionali di progettazione di Fattibilità Tecnico Economica, per i lavori di realizzazione della “Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese tracciato da Monte Fellone a Santa Maria di Leuca”.

Il bando è disponibile anche nella sezione Amministrazione Trasparente/Bandi di gara e contratti.

marzo 2018

08-03-2018

Studio, analisi ed elaborazione del modello di traffico regionale a partire da dati FCD (Floating Car Data)

L'ASSET ha avviato la procedura telematica per acquisire manifestazioni di interesse finalizzate all'affidamento, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i., di “Servizi di studio, analisi ed elaborazione del modello di traffico regionale a partire da dati FCD (floating car data)”. 

Possono partecipare alla procedura telematica gli operatori economici già iscritti su EmPULIA e coloro che si iscriveranno con le modalità descritte nella lettera di avviso. 

La scadenza per la presentazione delle domande telematiche è fissata alle ore 12:00 del 23/3/2018.

06-03-2018

Mobilità sostenibile. Giunta vara Linee Guida per la redazione del Piani Urbani

La Giunta regionale, con DGR n. 193/2018, ha approvato le Linee Guida Regionali per la redazione dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (PUMS), concludendo un percorso avviato a febbraio 2017 dall'Assessorato ai Trasporti, su iniziativa della Sezione Infrastrutture per la Mobilità, con la firma di un Protocollo d'Intesa tra l'ente regionale e l'associazione Euromobility.

Riferimenti costanti nel processo di redazione delle Linee Guida sono stati le Linee Guida ELTIS ("Guidelines. Developing and Implementing a Sustainable Urban Mobility Plan" approvate nel 2014 dalla Direzione Generale per la Mobilità e i Trasporti della Commissione Europea) e le Linee Guida Nazionali per la redazione dei PUMS approvate con il Decreto del MIT del 4 agosto 2017.

La Regione Puglia, unica nel contesto nazionale, ha inteso predisporre delle Linee Guida regionali che, pur ponendosi in continuità con il documento nazionale, ne introducessero approfondimenti, dati conoscitivi e valutazioni afferenti le specificità del contesto pugliese.

Nello specifico le Linee Guida regionali:

  • forniscono un quadro di riferimento programmatico e normativo relativo al territorio regionale pugliese;
  • propongono ulteriori Strategie e Azioni definite sulla base di alcune tematiche relative alla mobilità, emerse in fase di redazione (turismo, aree interne e piccoli centri, ecc);
  • dettagliano il processo di redazione di un PUMS, individuando le fasi principali e le relative specifiche attività necessarie per affrontare il processo di pianificazione e partecipazione;
  • esplicitano i contenuti del Piano, precisando l'iter procedurale ai fini dell'approvazione del Piano in coerenza con la normativa regionale di riferimento;
  • forniscono esempi di buone prassi (Tabella B – Strategie e buone pratiche) e strumenti (Tabella C – Strumenti) per supportare le Amministrazioni e i professionisti esperti nello sviluppo e nell'attuazione di un PUMS;
  • delineano un quadro generale dei principali programmi di finanziamento europei e nazionali sulla mobilità sostenibile.
     

Le Linee Guida regionali sono destinate in prima istanza alle Amministrazioni Locali pugliesi che intendano impegnarsi nello sviluppo di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), ma anche ai professionisti esperti in pianificazione e gestione della mobilità che forniscono il loro supporto alle amministrazioni locali.

febbraio 2018

19-02-2018

Accordo Quadro di Collaborazione Istituzionale tra Regione Puglia e ASSET e Politecnico di Bari

Domani, 20 febbraio alle 9,30, presso la sala conferenze del Rettorato del Politecnico di Bari - via Amendola 126/b – Bari, in occasione del Focus Group Strategico sul Piano regionale delle merci e della logistica, il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano siglerà formalmente con il Magnifico Rettore Eugenio Di Sciascio l’Accordo Quadro di Collaborazione Istituzionale tra Regione Puglia e ASSET e Politecnico di Bari approvato con D.G.R. 107 del 31/1/18.

Viene così avviata una collaborazione strategica con il Politecnico di Bari per sviluppare ricerca e progetti innovativi nel settore della pianificazione strategica, rigenerazione urbana, gestione del territorio, infrastrutture di trasporto ed altre opere pubbliche, prevenzione dei georischi, tutela ambientale e paesaggistica ed ogni altro tema riguardante lo sviluppo ecosostenibile del territorio.

09-02-2018

Piano regionale delle merci e della logistica

FOCUS GROUP Strategico- 20 febbraio 2018 - ore 10,00
sala conferenze Rettorato del Politecnico di Bari - via Amendola 126/b - Bari

L'iniziativa si configura come incontro di partecipazione nell'ambito della redazione del PRML (Piano regionale per le Merci e la Logistica) in fase di elaborazione da parte dell'Asset (Agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio), in collaborazione con SRM (Studi e Ricerche per il Mezzogiorno).
Durante il Focus Group saranno presentati gli approfondimenti svolti in questa prima fase del lavoro svolto e riguardanti lo scenario economico del trasporto merci a livello nazionale ed internazionale e l'analisi dei principali fattori di competitività nel Mediterraneo e in Italia. Tra gli argomenti trattati dallo studio propedeutico vi sono anche le strategie per l'attrazione degli investimenti ed il ruolo delle ZES (zone economiche speciali) attraverso l'analisi di casi significativi.
L'obiettivo dell'incontro, attraverso la presentazione del quadro conoscitivo, è quello di stimolare riflessioni e far emergere proposte operative, da parte degli stakeholders e dei partecipanti, inerenti lo sviluppo ed il consolidamento dei settori dei trasporti e della logistica in Puglia.
In apertura dei lavori il Presidente della Regione ed il Rettore e del Politecnico di Bari, Disciascio, presenteranno l'accordo quadro di collaborazione tra Regione Puglia, Politecnico di Bari e ASSET sui temi riguardanti l'Assetto del Territorio, i Trasporti, la tutela dell'Ambiente, le Infrastrutture a rete e le Opere pubbliche.
A seguire il Vice Presidente ed Assessore alle infrastrutture, introdurrà i lavori di presentazione del focus sul Piano regionale delle Merci e della Logistica,mentre il Commissario Straordinario di ASSET illustrerà il processo di pianificazione. Compito del dirigente regionale per il Trasporto Pubblico, Enrico Campanile, illustrare governance e strategie della logistica in Puglia.
Il team di SRM guidato dal direttore Alessandro Panaro in collaborazione con il professore Federico Pirro presenteranno lo scenario internazionale ed il quadro conoscitivo con le analisi condotte per la Puglia circa gli scambi commerciali, il traffico merci, le modalità di trasporto, i servizi logistici, i collegamenti di ultimo miglio, le opportunità ed i fattori di competitività, possibili effetti di un riequilibrio modale del trasporto dalla strada al ferro. Saranno presentate anche le strategie e le caratteristiche richieste per l'istituzione delle ZES (zone economiche speciali) con i casi di studio di Tangeri in Marocco e di Suez in Egitto quali esperienze significative nel Mediterraneo.
Saranno programmati interventi dei rappresentanti Istituzionali e degli Operatori del Settore per formulare considerazioni sui temi esposti e le proposte operative per la formulazione del Piano regionale delle Merce e della Logistica. Tra questi i rappresentanti delle Autorità Portuali pugliesi, delle Ferrovie, di Aeroporto e Interporto, delle Camere di Commercio, Confindustria, Sindacati e rappresentanti di categoria.
Il Focus Group ha l'obiettivo di definire Proposte concrete ed operative per lo sviluppo del sistema dei trasporti e della logistica pugliese; la discussione sarà mirata a definire le azioni che la Regione può mettere in campo per la crescita di questi comparti.

gennaio 2018

16-01-2018

Acquisizione di servizi di assistenza tecnica specialistica economico-aziendale e legale

Si comunica che nella sezione Amministrazione Trasparente è stato pubblicato il documento con cui, in data odierna, il Commissario Straordinario dell’ASSET ha dichiarato l’intervenuta efficacia dell’aggiudicazione dei servizi di assistenza tecnico-specialistica economico-aziendale e legale, mediante procedura telematica negoziata, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 50/20016 – CIG. 7095093FF3, a favore del costituendo RTI lem Reply srl – SZA Studio Legale.

dicembre 2017

11-12-2017

All’Agenzia regionale per lo sviluppo sostenibile ( ASSET) il monitoraggio dell’impatto del Piano Regionale dei Trasporti sull’ ambiente

Commentano positivamente il presidente della Regione, Michele Emiliano, e l'assessore alla mobilità e vicepresidente, Antonio Nunziante, l'avvio delle attività di monitoraggio previste dal Piano regionale dei trasporti ( 2015-2019) per verificarne il positivo impatto sull'ambiente. Positivo, perché molteplici sono gli elementi posti in essere nel documento regionale, approvato nell'aprile 2016, per assicurare migliori condizioni ambientali: potenziamento del trasporto pubblico su ferro, miglioramento della ciclabilità, sviluppo dell'intermodalità e, più in generale, miglioramento della qualità dei servizi.

Le azioni di monitoraggio per verificare tali effetti sono espressamente previsti dal Rapporto Ambientale, parte integrante del Piano.

L'analisi ed il controllo di tali effetti possono, infatti, fornire utili indicazioni per migliorare il Piano regionale e definire eventuali correttivi o ulteriori misure che, attraverso una maggiore efficienza del trasporto pubblico regionale, contribuiscano a migliorare la qualità e la vita dei cittadini.

Sarà l'ASSET, l'Agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio, guardando a queste finalità, a dare attuazione al monitoraggio. In particolare si tratta di:

  • verificare gli indicatori di monitoraggio, definiti nel rapporto Ambientale approvato con il Piano dei Trasporti, con riferimento agli obiettivi di sostenibilità;
  • avviare una ricognizione delle fonti conoscitive esistenti e dei database informativi per effettuare i confronti con gli indicatori;
  • definire le modalità di raccolta dei dati, degli indicatori necessari alla valutazione, dei target di riferimento, dei soggetti responsabili e delle cause, delle misure correttive, delle risorse finanziarie necessarie;
  • individuare i soggetti che svolgano le varie attività di monitoraggio;
  • definire una programmazione spazio-temporale delle attività di monitoraggio con un cronoprogramma delle verifiche;
  • predisporre le attività necessarie a verificare l'ottemperanza alle prescrizioni riportate nel parere motivato della commissione regionale per la VAS (valutazione ambientale strategica) approvata nel 2016;
  • costruire una banca dati georeferenziata utilizzando il Sistema Informativo Territoriale regionale.

Il Presidente Emiliano evidenzia, in particolare, che "si potranno raccogliere i dati e popolare il sistema degli indicatori di contesto e di piano. Sarà così possibile verificare gli effetti ambientali determinati dall'attuazione del Piano regionale dei Trasporti con riferimento sia alle modifiche prodotte sull'ambiente (indicatori di contesto,) sia rispetto all'efficienza ed all'efficacia delle azioni previste sul piano dei servizi all'utenza.
"Verificheremo così, aggiunge il Presidente, il conseguimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale preventivati e allo stesso tempo individueremo tempestivamente eventuali effetti imprevisti e negativi.
Conseguentemente, sarà possibile proporre l'adozione di eventuali misure correttive effettuando la rimodulazione dei contenuti e delle azioni previste nel Piano Attuativo dei Trasporti 2015-2019 per costruire lo scenario di programmazione per il nuovo quinquennio."